Stai leggendo: Grey’s Anatomy 11: il commento all’episodio 3

Prossimo articolo: Patrick Dempsey: le prime immagini dal set della serie TV La verità sul caso Harry Quebert

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 11: il commento all’episodio 3

Un’ondata di sincerità detta ad alta voce al Grey-Sloan Memorial Hospital

0 condivisioni 0 commenti

Signore e signori, ieri sera a Grey’s Anatomy è successo qualcosa di straordinario: le persone sono state smaccatamente sincere. Sono usciti i sentimenti dal profondo del loro cuore e si sono trovati a dire ad alta voce che erano scontenti. Peccato però che, in pieno stile Shonda Rhimes, non tutte le persone abbiano “sbottato” con chi di dovere.

Ma andiamo con ordine.

Cristina se ne è andata alla fine della stagione 10, lasciando Hunt solo, senza quella luce che lo aveva guidato fuori dal tormento nei momenti più duri della sua vita. La donna della sua vita se ne va e lui… non fa una piega. È dalla puntata 1 che ci chiediamo quanto ci metterà a dire ad alta voce che è infelice, che le manca, che è in difficoltà: ieri sera ci è riuscito. Peccato che non l’abbia detto direttamente alla Yang, ma si sia sfogato con Callie.

Lei era la mia famiglia […] mi serve una ragione per alzarmi al mattino, per non tornare strisciando nel buco in cui stavo prima di conoscerla. [… Lei mi ha salvato. La guerra mi aveva spento. Quel buio è ancora dentro di me: lei lo ha solo illuminato.”

Ora, secondo voi, una donna non ha forse il diritto di sentirsi dire in faccia queste cose dall’uomo che ama prima di decidere se lasciarlo andare per sempre e trasferirsi dall’altra parte del mondo? Capiamo che Owen l’abbia lasciata andare per non essere egoista, ma a volte forse la sincerità potrebbe cambiare il corso delle cose.

Poi ci sono Callie e Arizona che non vedono l’ora di dirsi l’un l’altra che un secondo figlio non lo vogliono, ma pare che nessuna voglia essere la prima ad affrontare l’argomento. Che male c’è a volersi dedicare alla propria carriera invece di fare le mamme per una seconda volta? Entrambe sono dei geni nel loro lavoro, perché tarparsi le ali? Perché non dire con sincerità che ora non è il momento per affrontare una seconda gravidanza (anche se con una madre surrogata)? Forza ragazze, parlatevi! Siate sincere prima di tutto con voi stesse e poi con la vostra compagna!

E infine Derek. Lo sapevamo che non poteva essere una scelta leggera quella presa nella prima puntata e che avrebbe portato a delle conseguenze, ma cosa aspettava Derek a far sentire la sua voce? Cosa credono di fare lui e Meredith? Continuare a non parlarsi per sempre? Il dolore e la sofferenza del dottor Stranamore sono tangibili: i suoi occhi parlano chiaro. Lasciare la ricerca sulla mappatura del cervello gli è costato così tanto che viene da chiedersi se il futuro che può dargli Meredith gli basterà per colmare quel vuoto.

“Io non ho preso decisioni. Meredith ha preso una decisione e mi ha messo con le spalle al muro: in questa frase c’è tutto quello che noi volevamo sentire. Ma non dovrebbe sentirselo dire anche Meredith?

Appuntamento a lunedì prossimo per vedere come proseguirà questa ondata di sincerità.

Grey’s Anatomy è in prima assoluta su FoxLife con la stagione 11 ogni lunedì alle 21.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.