Stai leggendo: Il ritorno dei Gladiatori!

Prossimo articolo: Outlander 3: recensione del quarto episodio

Letto: {{progress}}

Il ritorno dei Gladiatori!

Scandal 4: le anticipazioni di Shonda Rhimes

0 condivisioni 0 commenti

La terza stagione non era finita troppo bene. Il sogno di andare nel Vermonth sembra essere naufragato una volta per tutte: il figlio primogenito del presidente è stato ucciso e Olivia ha anche rivelato a Fitz che Mellie è stata violentata dal padre di lui. Harrison, il Gladiatore più fedele ed intransigente, è morto e Olivia ha deciso di andar via con Jake Ballard. Quando lo show ricomincia “tutto è un cumulo di macerie, e Rowan Pope è colui che ci sta sopra”, dice Shonda Rhimes.

Naturalmente Olivia tornerà a Washington per cercare di sistemare la situazione, ma non sarà per niente facile perché sono cambiate tante, troppe cose. “Ogni stagione cerchiamo di raccontare questo show in un modo diverso, e lo faremo anche in questa stagione” aggiunge la creatrice dello show. C’è un principio organizzativo che ci riporta però, in un modo strano e particolare, a dov’eravamo all’inizio della serie.”

Quindi forse per Olivia e Fitz non è ancora tutto perduto? Molto dipenderà da Mellie, personaggio che adesso prenderà una piega diversa da quella alla quale siamo abituati. “Vedremo l’emergere di una Mellie molto differente, che io amo quasi più di quanto ami la Mellie ubriaca.” L’autrice ci fa capire che non è ancora finita tra la first lady e il vicepresidente e suo ex amante Andrew Nichols. Non subito però! Dopo la morte del figlio, Mellie non ha proprio la testa per impegnarsi in una nuova relazione. Anche Fitz ha un bel po’ di gatte da pelare: quanto tempo ci metterà per scoprire che è stato il padre di Olivia ad uccidere suo figlio?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.