Stai leggendo: La bellezza che zittisce

Letto: {{progress}}

La bellezza che zittisce

Basta un indice per stabilire, definitivamente, se si è belli oppure no

0 condivisioni 0 commenti

Moda e bellezza sono sempre andate a braccetto. Quando Kate Moss fa il suo ingresso nel mondo della moda, la bellezza alla Claudia Schiffer viene travolta da sorrisi sbilenchi e pesi piuma.

Gli stilisti sono forse la categoria più sensibile ai cambiamenti del canone estetico, occupandosi di creare gli abiti che indossano le icone della bellezza mondiale. Il canone estetico è ciò che più si allontana dall’oggettività, e varia nel tempo e nello spazio. In Cina però non la pensano così:  parliamo del “Finger test” nato e diffusosi sul social network Weibo. Si basa sulla teoria del 3.1, che ha la presunzione di stabilire se un volto è bello oppure no partendo dal gesto del silenzio. È un test molto semplice e facilissimo da fare: prendete l’indice ed appoggiatelo sul volto in modo che tocchi il mento e la punta del naso. Ecco, ora avete due sole possibilità: il dito potrebbe toccare anche le labbra oppure no. Nel primo caso potete pure considerarvi belli, mentre in caso contrario no.

Follia? Probabilmente sì, ma c’è comunque un apparente fondamento pseudo-scientifico. La linea che seguiamo con l’indice è detta Rickett line, dal medico che le ha dato il nome. È usata anche in ortodonzia per le simmetrie e le proporzioni delle ossa facciali e della mandibola. I chirurghi  plastici seguono la teoria del 3.1 come metodo per creare il profilo perfetto, tale che labbra e mento sono sulla stessa linea immaginaria.

Chissà come la prenderebbero i concorrenti di Project Runway (venerdì alle 21 su FoxLife) se le modelle che devono indossare le loro creazioni fossero scelte in base a questo test!

Fonte.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.