Stai leggendo: Il commento di Ildo alla puntata 5

Prossimo articolo: Parla con Lei 2: stasera la settima puntata

Letto: {{progress}}

Il commento di Ildo alla puntata 5

Marco è ancora il migliore

0 condivisioni 0 commenti

Il denim è sicuramente il tessuto più versatile e utilizzato dai designer contemporanei.

Agli stilisti di Project Runway è stata data una grande opportunità per la quinta sfida, quella di conoscere da vicino una delle più importanti realtà della moda casual italiana, il brand Diesel, e ricevere consigli dal suo patron: l'istrionico Renzo Rosso.

Vedere da vicino una realtà così complessa, poter toccare con mano le differenti tipologie di denim, scoprire tutte le lavorazioni e i trattamenti possibili è stato sicuramente d'ispirazione per gli stilisti la cui missione era quella di realizzare un capo da red carpet con il materiale considerato più rude e pratico: il jeans.

Nel tempo a loro disposizione, i creativi di Project Runway hanno sperimentato applicazioni, lavaggi, trattamenti come in un vero laboratorio creativo, ma non tutti gli outfit hanno convinto la giuria e Renzo Rosso. 

Giorgia ha realizzato una stampa su un abito Kimono non proprio adatto a un red carpet ed è per questo che è stata nominata peggiore della settimana.

Marco ha creato invece un insieme di tunica e pantaloni/gonna molto scenografici, anche se di poca praticità e movimento, che però ha convinto la giuria che l’ha proclamato vincitore per la seconda settimana consecutiva.

Eli, infine, è stata l’eliminata. Il suo abito a tubo aderente con una balza all'orlo somigliava più ad un outfit da esibizione di ballo liscio che una creazione pensata per un red carpet, ma a dare il colpo di grazia ci ha pensato il copri spalle, un insieme di fascette in jeans che creavano una manica partendo dal collo che di sicuro non rendeva il capo contemporaneo.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.