Stai leggendo: Le crisi a Scandal sono una cosa seria

Prossimo articolo: Chrissy Metz di This Is Us, un costume sul set per farla sembrare più grassa

Letto: {{progress}}

Le crisi a Scandal sono una cosa seria

Da Judy Smith a Olivia Pope

0 condivisioni 0 commenti

Si fa presto a dire “risolvere una crisi”: arriva Olivia Pope con i capelli in perfetta piega, nel suo cappottino bianco ed è fatta!

Certo, ma nella realtà?

Nella realtà, succede che Monica Lewinsky diventi la protagonista del Sexgate per un rapporto un po’ troppo intimo con il “capo”, che il giocatore di football Michael Vick venga accusato di fare combattimenti clandestini tra cani nella propria casa o che la BP, compagnia petrolifera multinazionale, si trovi invischiata in un incidente dagli esiti catastrofici. A tutti questi casi, non ci ha lavorato Olivia Pope, ma Judy Smith, una vera “crisis manager”, aiutante del presidente americano George W. Bush.

Sono stati lei e il suo lavoro ad ispirare “Scandal”, tanto che la Smith è anche co-produttore esecutivo della serie. Questo per dire che Shonda Rhimes, non lascia proprio nulla al caso.

Scandal 3 va in onda su FoxLife, in prima assoluta, tutti i lunedì alle 21.55.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.