Stai leggendo: Il commento di Ildo alla puntata 3

Prossimo articolo: Parla con Lei 2 torna a settembre: sarà amore a prima vista?

Letto: {{progress}}

Il commento di Ildo alla puntata 3

Bye-bye Matteo!

0 condivisioni 0 commenti

Realizzare un outfit per un committente preciso a volte non è semplicissimo. Ed era proprio questa la prova a cui sono stati chiamati gli stilisti di Project Runway nella terza sfida: creare un capo per la cantante Malika Ayane da indossare sul palcoscenico e che rispecchiasse le sue esigenze fisiche. 

Gli stilisti per affrontare questa prova hanno avuto un’ulteriore difficoltà, quella di dover lavorare in squadre: Elena e Eli, Marco e Deborah, Rocco e Donas, Giorgia e Milan e Salvo e Matteo

Saper creare armonia in un gruppo di lavoro è una delle caratteristiche che viene richiesta nel mondo del lavoro, sapersi confrontare è alla base di un risultato vincente. 

Peccato che questa dinamica non sia stata così immediata tra i concorrenti di Project Runway. A soffrirne di più è stato il duo Salvo e Matteo: due personalità opposte, sole e ombra, non sono riuscite nel tempo a loro disposizione a trovare un punto di incontro sia umano che progettuale. 

L'incompatibilità caratteriale ha inciso anche sul risultato: Salvo è stato nominato il peggiore della settimana grazie alla sua creazione lontana dalle richieste della cantante mentre Matteo viene eliminato. (E per fortuna che ieri nel daily aveva detto che pensava di riuscire a fare qualunque cosa!)

Thiela ha colpito fin dal suo ingresso nel loft per il suo carattere scontroso e aggressivo ma soprattutto per il suo atteggiamento di superiorità nei confronti del gruppo. Il suo approccio alla prova è stato distaccato, non ha voluto approfondire neanche la conoscenza e il gusto di Malika Ayane, che lui per altro non conosceva. Dover progettare capi per una donna reale e non con la taglia di una modella è una normalità per uno stilista. 

Matteo ha creato un lungo abito in crepe rosso di seta con un profondo scollo che non era adatto alle esigenze della cantante ma soprattutto non era adatto a un palcoscenico musicale. Una della caratteristiche, oltre alla creatività, per fare carriera nel mondo della moda è l'umiltà. Chissà se Thiela se ne è reso conto!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.