Stai leggendo: Revenge 3: il commento alla puntata 2

Prossimo articolo: Prima di Grey's Anatomy: le donne medico più famose della storia

Letto: {{progress}}

Revenge 3: il commento alla puntata 2

Emily Thorne mai così sola

0 condivisioni 0 commenti

Questo articolo contiene spoiler per chi non ha visto la puntata 2 di “Revenge” andata in onda ieri sera (4 febbraio).

Mentre proseguono i preparativi delle nozze con Daniel Grayson, il piano di vendetta di Emily ha toccato ieri sera uno dei momenti più difficili e impopolari dell’intera serie.

La seconda puntata della nuova stagione ha visto infatti la nostra protagonista impegnata a distruggere la reputazione di Padre Paul, personaggio che aveva preso parte al complotto contro David Clarke ma che, in seguito alla morte di quest’ultimo, si era sinceramente pentito, aveva cambiato vita e stava addirittura convincendo il diabolico Conrad Grayson a liberarsi finalmente dei suoi rimorsi!

Una scelta a dir poco discutibile che porterà Emily a scontrarsi duramente con l’amico fidato Nolan Ross (la scena tra i due è senza dubbio la cosa migliore dell’intera puntata!) e che, a fine episodio, farà nascere in lei il dubbio di aver sbagliato per una volta il suo bersaglio.

Nel frattempo, per motivi differenti, due persone particolarmente care alla nostra Ems come Charlotte (la sorella inconsapevole) e lo stesso Jack Porter hanno da ridire sui suoi comportamenti e le rinfacciano senza mezzi termini la loro profonda delusione.

E se pensiamo che Aiden stia continuando misteriosamente a tramare alla sue spalle insieme a Victoria, non possiamo che constatare come Emily Thorne sia rimasta sola nel suo tenace disegno di vendetta per onorare la memoria del padre.

Ma sarà davvero così? Non ci resta che aspettare il prossimo episodio di Revenge 3!

Ogni martedì alle 21, solo su FoxLife.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.