Stai leggendo: #SaveTheTable - Un quadro di sapori

Letto: {{progress}}

#SaveTheTable - Un quadro di sapori

Per mantenere il vivace effetto cromatico del crudo le amiche di The Taste For Food hanno sperimentato la tip che Antonino Cannavacciuolo spiega in questa ricetta estiva - Sarde fritte con verdure in agrodolce – abbinando il tutto con il verde e l&r

0 condivisioni 0 commenti

Per mantenere il vivace effetto cromatico del crudo le amiche di The Taste For Food hanno sperimentato la tip che @Antonino Cannavacciuolo spiega in questa ricetta estiva - Sarde fritte con verdure in agrodolce – abbinando il tutto con il verde e l’arancio.



Delle venti ricette preparate da Antonino Cannavacciuolo le Sarde fritte con verdure in agrodolce sono la combinazione più complessa, rispettosa della tradizione culinaria italiana ma piuttosto originale e a tratti difficile da realizzare perché per mantenere intatto il colore delle verdure bisogna essere molto veloci e abili. Il passaggio dall’acqua bollente a quella ghiacciata, se gestito con tempestività, garantisce al piatto l’effetto fresco e croccante tipico del crudo, senza rinunciare alla cottura, che facilita la digestione delle verdure.


 


Fra cipolle, finocchi, ravanelli e fagiolini, barbabietole e carote, le amiche di The Taste For Food - autrici di #SaveTheTable - la rubrica fotografica di Mise en Place di @FoxLifeit - hanno favorito i toni predominanti del verde e dell’arancio, al quale hanno abbinato le stoviglie e tutto l’arredamento della tavola seguendo, qualche piccolo accorgimento:


1. I bicchieri sono di un verde acceso, così come le verdure presenti nel piatto, i tovaglioli, sempre a righe verdi, riprendono la nota cromatica.


2. Cercate di rispettare la composizione della pietanza attraverso il servizio scelto: i piatti sono semplici e lineari, così come le verdure e le sarde al loro interno.


3. Allo stesso modo le posate non devono essere troppo eccentriche, diverrebbero le protagoniste a discapito della pietanza proposta. Forchette e coltelli moderni, di acciaio inox dalla forma allungata sono perfetti.


4. Nella disposizione di piatti e sottopiatti si può giocare con le forme: disallineate i piatti gli uni sugli altri, la tavola resterà semplice ed elegante ma speciale.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.