Stai leggendo: Grey’s Anatomy - Episodio 9.4: Nella vita ci si rialza

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy - Episodio 9.4: Nella vita ci si rialza

La vita continua e anche quando tutto sembra perduto bisogna darsi da fare e ricominciare: nella vita ci si rialza...

0 condivisioni 0 commenti



Il tempo di piangere è passato: la vita continua e con le sue piccole e grandi occupazioni quotidiane riesce a distrarci. Soprattutto se siamo impegnati con il nostro partner e l’amore è nell’aria (tanto per citare una celebre canzone: love is in the air, visto che gli episodi di Grey’s Anatomy in lingua originale hanno il titolo di una canzone). Ma non tutto è rose e fiori. Arizona deve affrontare il momento di scegliere la sua protesi e imparare ad usarla. Ma ci vorrà tempo. La cosa straordinaria di Grey’s Anatomy, che dopo 9 anni ancora riesce a regalarci degli episodi ricchi di ironia, dramma, sentimenti e grandi verità sull’uomo e la vita, è che agli autori basta davvero poco.

Una banalità come “la vita continua” o “il tempo guarisce tutto”, una di quelle frasi fatte che tutti ti ripetono quando stai male e cercano di aiutarti, è sufficiente. Sul momento non apprezzi, anzi: magari ti fanno arrabbiare. Com’è stato per gran parte dei personaggi in molte occasioni, nell’arco di questi nove anni. Ma poi capisci che se tutti lo ripetono, continuamente, è perché è la verità. Così, col tempo Cristina ha imparato ad apprezzare e rispettare il dottor Thomas (che definisce “la sua Meredith nel Minnesota”)... Mentre va a letto col dottor Parker pur non apprezzandolo. E col tempo Arizona dovrà imparare a vivere con la sua protesi e senza la sua gamba. Andando avanti perché al contrario di quelli che non ce l’hanno fatta è viva, e deve rendere onore alla vita.

Col tempo, Derek dovrà imparare ad accontentarsi di essere un insegnante, un ottimo insegnante, e fare i conti con una mano che non gli permette più di essere il chirurgo di fama internazionale che era una volta. Tutti devono fare i conti con i cambiamenti. Il dottor Thomas dovrà ritirarsi, e il dottor Parker ha intenzione di costringerlo a farlo. Servendosi di Cristina, per questo. Non c’è mai pace, a quanto pare. Non a Seattle, né in Minnesota. La cosa più importante però è che non c’è modo di nascondere la verità: prima o poi viene a galla. Infatti Derek scopre che Meredith sta operando un tumore rarissimo, Cristina scopre che stanno per procedere con il licenziamento di Thomas e alla fine Arizona scoprirà che è stato Karev ad amputarle la gamba.

Le bugie a fin di bene ci si ritorcono contro: tutti pretendono di essere informati della verità, tutti esigono la possibilità di valutare da soli se le informazioni siano utili o deleterie. È un argomento che mi tocca da vicino, perché in diverse occasioni le persone a me vicine mi hanno nascosto informazioni che ritenevano dolorose o superflue, e io ho sempre pensato che sbagliassero, sebbene capisca le loro ragioni. Alla fine, comunque, tutto si mette a posto, in un modo o nell’altro. Le situazioni non restano mai in stallo troppo a lungo. Succede qualcosa: qualcuno fa un passo, una mossa, un tentativo di sbloccare le cose, e ci riesce. Come Derek con Meredith. Arizona con Callie. Cristina con Thomas. Avery con Kepner. Le cose vanno avanti. La vita continua. E nella vita ci si rialza...

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.