Stai leggendo: Grey’s Anatomy – Episodio 8.5: L’amore per un figlio

Prossimo articolo: Elisabeth Moss difende la sua Scientology

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy – Episodio 8.5: L’amore per un figlio

Con un episodio perfettamente equilibrato, Grey’s Anatomy ci mostra come questa ottava stagione sia all’altezza delle precedenti

0 condivisioni 0 commenti


Con un episodio perfettamente equilibrato, Grey’s Anatomy ci mostra come questa ottava stagione sia all’altezza delle precedenti Dopo la puntata speciale della settimana scorsa, tutta dedicata agli uomini del Seattle Grace, si torna alla normalità. E anche se questa non è una puntata al maschile, il caso che ha spinto tutti gli specializzandi a cercare di mettersi in mostra con la dottoressa Catherine Avery, la mamma di Jackson arrivata al Seattle Grace per un intervento eccezionale, è un trapianto di pene. Voglio dire. Gli uomini sono ancora protagonisti, in qualche modo… Ma per il resto si torna alla normalità, dicevo. Purtroppo, però, la normalità non è per nulla rassicurante: Meredith e Derek, col gelo che ancora li separa, mettono via i vestiti di Zola in attesa del suo ritorno. Ma la ritroveranno prima del previsto, con un’enorme prova che li aspetta…


Tutt’altra atmosfera in casa Hunt, con Owen e Cristina che sembrano essersi ripresi molto bene dalla loro crisi, mentre in ospedale la dottoressa Bailey si trova al centro di una sorta di “triangolo di gelosie” con Eli e Ben, situazione che la spinge a rompere con Eli per cercare di riprendersi il suo spazio. O per cercare di riprendersi il dottor Ben Warren? Io ho questo sospetto, e anche lui: vedremo cosa succederà più avanti… Per ora rimaniamo concentrati sulla grande guest star della puntata, Debbie Allen (l’indimenticabile Lydia Grant di Saranno famosi) nei panni di Catherine Avery, che oltre a sfidare gli specializzandi a conquistarsi il diritto di assisterla in sala operatoria, porta un po’ di pepe al Seattle Grace e dispensa anche preziosi consigli. Dall’alto di un’esperienza che non condivide affatto le scelte professionali di suo figlio.



Grey’s Anatomy – Anteprima dell’episodio 6, in onda il prossimo lunedì:


Su quelle sentimentali, invece, al momento non può pronunciarsi perché Jackson pensa bene di spedire Lexie fuori città per evitare di doverla presentare alla madre. La gara di microchirurgia si mescola così all’imbarazzo di Jackson fino a quando l’emergenza della puntata cambia tutto: l’atmosfera finora “leggera” si tinge di toni altamente drammatici. L’arrivo della piccola Zola, in urgenza, mette Karev di fronte ad una scelta. L’assistente sociale non vuole che informi Derek e Meredith dell’arrivo di Zola, ma lui non riesce a tacer loro la sua presenza. Il passo successivo, per tutti i colleghi ed amici della coppia, è convincerli a non vedere la piccola, cosa che comprometterebbe irrimediabilmente l’adozione.


Così l’amore, la perdita e l’eredità del titolo originale dell’episodio (Love, Loss and Legacy) si alternano in tutte le sotto-trame della puntata, rendendo evidente come questa stagione sia tornata ai ritmi perfettamente equilibrati delle prime stagioni. Il dramma di Zola, Meredith e Derek viene stemperato da episodi divertenti (come quello in cui Cristina si esercita a fare nodi con la mano sinistra) e l’alternanza di dramma e commedia contribuisce efficacemente a creare l’atmosfera perfetta. Quando la tensione si taglia con il coltello, arrivano la battuta o la gag a riportare tutti con i piedi per terra. Perché questo fanno gli autori in questi nuovi episodi: tengono i personaggi ben ancorati alla realtà. E io credo che lo sviluppo della narrazione ne tragga grande beneficio.


Fra aspettative e realtà dei fatti, i protagonisti si concentrano sempre più su decisioni che non solo determinano il loro futuro privato e professionale, ma fanno anche di loro gli uomini e le donne che diventeranno. Derek riesce ad esternare il suo risentimento, ovvero il fatto che dà la colpa a Meredith di tutti gli eventi negativi che ha dovuto subire. Oggettivamente, la colpa è di Meredith… Ma io ho abbastanza fiducia nella maturità di Derek per pensare che potrà superare la cosa, guardandola con occhi più obiettivi. E soprattutto innamorati. Perché qualsiasi cosa succeda, sia che le situazioni si evolvano in modo negativo o positivo, i personaggi di Grey’s Anatomy nella “finzione” delle loro vite ci ricordano sempre la stessa cosa: quanto siamo vulnerabili di fronte alla natura, al tempo che passa e agli eventi che, in un attimo, possono cambiare, sconvolgere o riscrivere il nostro destino.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.