Stai leggendo: Grey’s Anatomy – Episodio 8.1: Caduta libera

Prossimo articolo: Law & Order: in arrivo un episodio sullo scandalo Weinstein

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy – Episodio 8.1: Caduta libera

L’ottava stagione ha debuttato su FoxLife. E le cose non si mettono bene, per nessuno dei medici del Seattle Grace…

0 condivisioni 0 commenti


L’ottava stagione ha debuttato su FoxLife. E le cose non si mettono bene, per nessuno dei medici del Seattle Grace… Ecco. L’hanno licenziata: detrattori di Meredith Grey, sfogatevi. Io ero fra voi, all’inizio. L’ho sempre scritto, fin dai primi “A proposito di ieri”, che quell’aria un po’ da gatta morta, ma più che altro da personaggio insipidodelle prime stagioni non riusciva a scollarsela di dosso. Poi c’è stato il cambiamento dalla stagione 5 e Meredith Grey è diventata un’altra. È cresciuta sotto i nostri occhi. È maturata, come essere umano e come medico, ma soprattutto come donna, pronta ad impegnarsi, a metter su famiglia e a lasciarsi alle spalle due pessimi genitori. È pronta per superare i traumi della sua vita, Meredith: lo dimostra il breve ma ispirato discorso che rivolge ad Owen a proposito di Cristina.

Perché le serie, si sa, sono come la vita: le cose cambiano. Le persone si trasformano in base alle loro esperienze. Certo, è vero: Meredith Grey ha infranto il codice. Ha violato il protocollo della sperimentazione, ma l’ha fatto per il suo senso di giustizia. L’ha fatto per il bene della donna il cui matrimonio, se ci pensate, è stato rovinato da sua madre. Abbiamo sempre guardato i genitori di Meredith, con la relazione di Ellis ed il capo Webber, dagli occhi della stessa Meredith. Ma alla povera Adele chi ci ha pensato? Ha lottato per tenere in piedi il suo matrimonio, che sembrava distrutto, e quando è ancora abbastanza giovano per provare a godersi un po’ di serenità… si ammala di Alzheimer. Meredith prova a dargliela, un po’ di serenità… E finisce per rovinarsi l’esistenza. Grazie anche ad Alex Karev che, nonostante tutte le trasformazioni degli ultimi anni, in fondo in fondo rimane il solito invidioso egoista.



La questione è complessa, certo. Ma la vera domanda è che ci fa Jessica King ad aprire l’ottava stagione di Grey’s Anatomy? L’attrice Amy Price-Francis, protagonista di King, è stata chiamata come guest star con uno scopo preciso: introdurre l’argomento del matrimonio (a tal proposito: io mio marito lo lasciavo crepare nella voragine, piuttosto che amputargli una gamba, eh. Scusa, amore, ma sai com’è). Questo episodio parla di matrimoni, di relazioni, di amori che finiscono. Di quando da un momento all’altro le cose non funzionano più… e tutto cambia, in un attimo. Per April, capo degli specializzandi che nessuno ascolta. Per Owen e Derek, senza le loro mogli. Per Cristina, che deve prendere la decisione più difficile della sua vita. Per Teddy, che è felice insieme al suo (ex) “marito per finta”. Per Lexie e Jackson, alle prese con una relazione sulla quale il dottor Bollore vuole sapere un po’ troppo. Tutto cambia: nuova stagione, nuovi cambiamenti. Come al rientro a scuola, dopo l’estate. Anno dopo anno.


E ovviamente tutto cambia per Meredith, che ha appena perso il lavoro attorno al quale ha fatto ruotare la propria esistenza. La voragine che si apre nel centro di Seattle ci mostra i chirurghi al lavoro, intenti a sfidare l’impossibile per salvare delle vite. L’adrenalina dell’emergenza si mescola ai cambiamenti destinati a ridelineare i rapporti fra i personaggi. Rapporti che nel caso di Meredith e Derek sono un “Mi hanno licenziata” contro un simpatico “Lo sapevi che sarebbe successo” (e  un “Va all’inferno fuori da qui” dalla Bailey, già che ci siamo). L’ottava stagione si preannuncia ricca di avvenimenti. Tutti pronti a seguire i prossimi? No, perché io ho appena finito di incensare Meredith Grey per la sua maturità e lei pensa bene di chiudermi la puntata con il rapimento della piccola Zola…

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.