Stai leggendo: Ghost Whisperer – L’amore vince tutto

Prossimo articolo: The Good Wife 7: tutte le volte che Jeffrey Dean Morgan ci ha fatto perdere la testa

Letto: {{progress}}

Ghost Whisperer – L’amore vince tutto

Su FoxLife tornano Melinda Gordon e il suo “dono” davvero speciale…

0 condivisioni 0 commenti

Su FoxLife tornano Melinda Gordon e il suo “dono” davvero speciale…

All’inizio ci avevano scommesso in pochi. Negli Stati Uniti, gli esperti di tv concedevano a Ghost Whisperer, la nuova serie in cui Jennifer Love Hewitt interpretava una donna in grado di comunicare con l’aldilà, una o due stagioni al massimo. Secondo giornalisti, critici ed analisti Ghost Whisperer non sarebbe durata a lungo, nemmeno assecondando le più rosee previsioni. Il motivo? Il tema di cui si occupava, fin troppo “inflazionato”: i medium, già molto sfruttati dalla tv e di gran moda negli ultimi anni, non rappresentavano certo una novità.

Eppure, Ghost Whisperer e Melinda Gordon sono arrivati alla quarta stagione, che debutta in anteprima italiana su FoxLife l’11 marzo, per tornare ogni mercoledì alle 21.00 con un doppio episodio.
La ragione del successo della serie è piuttosto semplice: il personaggio di Melinda (Jennifer Love Hewitt) conquista tutti. Semplice, ingenua, generosa, sensibile: Melinda è la classica “brava ragazza” che, dopo aver scoperto (ancora bambina) di essere in grado di comunicare con l’aldilà, decide di aiutare le anime tormentate a “passare oltre” ed i loro cari, rimasti in vita, a superare il dolore chiudendo le questioni in sospeso.

E se, da un lato, è pur vero che Ghost Whisperer non racconta storie eccessivamente complesse o particolarmente originali rispetto alla “sfera spettrale” di cui si occupa, è anche vero, d’altro canto, che il tono del racconto è sempre gradevole, ben bilanciato, determinato a non tradire le aspettative del pubblico con il sospirato – soprattutto di questi tempi – lieto fine. Perché tutto, in Ghost Whisperer, alla fine va per il verso giusto. Le storie di Melinda commuovono parlandoci del dolore della perdita, del senso di colpa, del rimpianto, ma alla fine – grazie proprio alla dedizione di Melinda – tutto va per il verso giusto. Per tutto ciò che accade viene trovata una ragione. Perfino quando a soffrire è la stessa protagonista…

 

Alla fine della terza stagione, Ghost Whisperer ci aveva lasciati con alcune sconvolgenti rivelazioni sul passato di Melinda e della sua famiglia, portate alla nostra attenzione grazie alle novità sul ritorno di suo padre. Melinda dovrà perciò imparare a gestire il proprio passato, continuando a vivere nel presente mentre fa progetti per il futuro (lei e Jim, suo marito, hanno deciso che è arrivato il momento di avere un bambino…).

La vita quotidiana di Melinda ci riserverà ancora molte sorprese, che preferisco non anticiparvi. Voglio anticiparvi, invece, che ci sarà un nuovo ingresso nel cast: all’inizio della nuova stagione verrà introdotto il personaggio di Eli James (Jamie Kennedy, Scream, Three Kings, Nemico pubblico), professore di psicologia che dopo aver vissuto una breve esperienza di morte (si risveglia dopo essere rimasto clinicamente morto per alcuni minuti) scopre di avere acquisito lo stesso dono di Melinda: la capacità di comunicare con i defunti. La vita di Eli cambia drasticamente e la presenza di Melinda – che lo aiuterà a capire le potenzialità del suo nuovo dono – sarà fondamentale per Eli e porterà alla nascita di una solida amicizia.

Eli entrerà quindi a far parte del “team” guidato da Melinda, che condivide con suo marito ed i suoi amici incredibili esperienze quotidiane tese a dimostrare, ancora una volta, che l’amore è la chiave. Perché l’amore permette ai defunti di trovare la pace e a chi è rimasto in vita di lasciar andare le persone a cui ha voluto bene. E perché, come ci racconta Melinda Gordon, l’amore vince tutto. Perfino la morte…

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.