Stai leggendo: Private Practice – La nuova Addison

Prossimo articolo: Elisabeth Moss difende la sua Scientology

Letto: {{progress}}

Private Practice – La nuova Addison

Dalla sua prima apparizione in Grey’s Anatomy ai cambiamenti californiani di Private Practice

0 condivisioni 0 commenti



È il sogno di molte persone: mollare tutto, cambiare città, lavoro, amici (e soprattutto amanti), e ripartire da zero, per una nuova vita! Ma la verità è che ci vuole un gran coraggio per fare questa scelta e, per quanto Addison sia determinata e coraggiosa, cambiare vita non è così facile come lei si aspettava.


Lo si vede nelle prime puntate di Private Practice: i cambiamenti sono belli, stimolanti, ma decisamente complicati e non sempre ci rendono automaticamente felici.


La prima apparizione del personaggio di Addison è stata alla fine della prima stagione di Grey’s Anatomy, quando arriva a Seattle per riconquistare il marito, Derek. La prima battuta affidata all’affascinante Kate Walsh è stata una delle più difficili, cattive e ciniche della serie: nella hall dell’ospedale Addison incrocia Derek e Meredith, lui rimane senza parole mentre lei si presenta a Meredith e le dice a bruciapelo: “Tu devi essere quella che si porta a letto mio marito”.
Ruolo ingrato quello affidato a Kate Walsh, un’adultera pentita che cerca di reinserirsi nella vita di suo marito dopo averlo spregiudicatamente tradito. Eppure è entrata nel cuore dei fan, anche grazie alla superba interpretazione dell’attrice, che è una delle vere scoperte di Grey’s Anatomy.


La decisione di fare uno spin off di Grey’s con protagonista Addison è stata lungimirante. Da un lato permette di esplorare al meglio un personaggio come Addison, che a Seattle era comunque incastrato nel ricordo del suo matrimonio e nei continui tentativi di seduzione da parte di Mark “focoso” Slogane, o altri uomini sempre troppo volubili come Karev; dall’altra permette agli autori di esplorare un’altra stagione dei rapporti sentimentali, rendendo protagonista una generazione di quarantenni decisamente in crisi.


Kate Walsh ha raccontato che, quando è stata convocata dall’autrice e produttrice di Grey’s, Shonda Rhymes, temeva di ricevere una lavata di capo. Invece le è stato comunicato che volevano fare una nuova serie con lei protagonista, e le è sembrato un sogno!
“La storia che ruotava intorno a Addison mi è sembrata molto eccitante. Avevo una gran voglia di rischiare e iniziare una nuova serie, ma ero molto nervosa… in realtà quel che mi rende nervosa è guardare me stessa in tv”.


Addison in Private Practice è sempre la stessa, anche se si trova ad affrontare problemi diversi e la sua posizione è sicuramente più debole rispetto a quando è arrivata a Seattle, soprattutto perché le sue capacità professionali non sono l’unica cosa che le viene richiesta per svolgere bene il suo lavoro alla clinica. Deve imparare a interagire al meglio con i colleghi e, soprattutto, con pazienti un po’ schizzati, che magari non avranno la stessa urgenza di quelli dell’ospedale di Seattle ma richiedono altrettanta attenzione.
Per Kate Walsh non è stato semplicissimo interpretare lo stesso personaggio in una nuova ambientazione e con un nuovo cast: “Mi sembrava in un certo senso un personaggio tutto nuovo, perché stava iniziando questa nuova avventura. Insomma vedere una donna che a 39 anni ricomincia da capo la sua vita in California penso sia molto interessante e fornisce anche molti spunti comici. C’è questa idea dello scontro tra la fantasia e la realtà. Tutti pensano sempre ‘Dai, traslochiamo, cambiamo città, ricominciamo da capo’ ma poi se lo fai davvero ti rendi conto di quanto sia dura!”.


Già, è dura, ma Addison è pronta seriamente a cambiare vita. E la decisione numero uno della sua nuova vita è evitare flirt che sai in partenza che non possono funzionare. Come con Pete, che ha baciato Addison nel corso della sua precedente visita a LA, e adesso, con un tipico atteggiamento da macho, crede che lei sia tornata solo per questo.


Noi non vediamo l’ora di assistere agli sviluppi sentimentali della nuova vita di Addison, e aspettare con lei l’uomo giusto. È l’unica cosa che le manca e anche Kate Walsh ha molte aspettative al riguardo: “Vorrei vederla impegnata in una relazione che funzioni. Penso che sarebbe interessante vederla in un nuovo rapporto, che non sia solo litigi e incomprensioni.”


Fonti:
http://www.accesshollywood.com/news/ah5158.shtml
http://television.aol.com/tv-celebrity-interviews/kate-walsh


17 dicembre 2007


Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.