Stai leggendo: Medium – I sogni di Allison

Prossimo articolo: Chrissy Metz di This Is Us, un costume sul set per farla sembrare più grassa

Letto: {{progress}}

Medium – I sogni di Allison

Su FoxLife ha debuttato la terza stagione di Medium. Cogliamo l’occasione per approfondire insieme le caratteristiche dei bizzarri sogni di Allison Dubois

0 condivisioni 0 commenti


Ogni episodio di Medium si apre con uno dei sogni di Allison. L’aldilà comunica con lei attraverso sogni più o meno semplici da interpretare, che le vengono inviati da vittime di omicidi, criminali, testimoni di ogni genere di evento spiacevole… Sogni che per chiunque sarebbero solo incubi. Per chiunque, tranne che per Allison….: per quanto i suoi stessi sogni la spaventino, la turbino o la commuovano… La donna non si tira mai indietro. La sua coscienza le impedisce di lasciar perdere, di far finta di niente, di evitare la richiesta d’aiuto – o la sete di giustizia – di qualcuno che non c’è più, e che quindi non ha più voce. Qualcuno per cui Allison rappresenta ormai l’ultima speranza.


Per sottolineare l’importanza dei sogni di Allison, attorno ai quali ruota l’intera struttura della serie, gli autori confezionano ogni volta dei “piccoli film” che mescolano generi e stili diversi. A volte, i sogni di Allison sono delle vere e proprie visioni in soggettiva di vittima o carnefice. Altre volte sono costruiti come racconti dell’orrore, o come fiabe. Altre volte, ancora, sono come un puzzle che accomuna indizi ed individui, apparentemente “a caso”, costringendo Allison ad ingegnarsi per interpretare il messaggio che le viene inviato. Proprio come accade nei sogni di ciascuno di noi: i sogni vanno interpretati.


Tutti i sogni di Allison, in qualche modo, rimangono impressi nella memoria dello spettatore. Vuoi per le immagini a volte terrificanti, vuoi per lo stile efficace. Ma fra tutti i sogni della protagonista, ce ne sono alcuni più gettonati, diciamo così, di altri. I fans della serie selezionano i loro sogni-incubi preferiti in base a gusti personali, ricordi, esperienze. Il tutto è estremamente soggettivo, proprio come si addice ad un sogno. Ma dobbiamo ammettere che alcuni dei racconti in sogno che Allison ci ha mostrato sono indiscutibilmente più riusciti, od impressionanti.


Ad esempio: ricordate il sogno in cui Allison si trova nei panni di Cappuccetto Rosso in persona, inseguita da un lupo? O quello in cui si sveglia in una bara, insieme ad un simpatico agente di polizia che ha un importante messaggio per lei? O, ancora, quelli in cui Allison rivive l’atroce passato del serial killer Walker, che controlla le menti altrui, o esplora la possibilità di vivere una vita alternativa alla sua? I sogni di Allison vengono girati per essere chiaramente riconoscibili come sogni ma anche per coincidere con immagini vivide ed efficaci anche quando il loro significato non è immediatamente comprensibile.


Mentre noi e la protagonista, episodio dopo episodio, ci prepariamo a sognare ancora…


Chiara Poli

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.