Stai leggendo: Grey’s & Private – Ed un giorno arrivò il pretendente al trono…

Prossimo articolo: Outlander 3: recensione del quarto episodio

Letto: {{progress}}

Grey’s & Private – Ed un giorno arrivò il pretendente al trono…

Mark Gordon, il produttore televisivo che non ha mai sbagliato un colpo

0 condivisioni 0 commenti



Sono pochi i produttori che con i loro film hanno incassato più di due miliardi di dollari al botteghino: Steven Spielberg, Joel Silver, Jerry Bruckheimer e qualcun altro fa parte di questa ristretta cerchia. Mark Gordon è da includere nel club. Ha prodotto più di sessanta film, con successi come Speed, Nome in codice: Broken Arrow, The Jackal, Il Patriota, La leggenda degli uomini straordinari, L’alba del giorno dopo, Casanova.
A volte però Mark è uscito dalla logica del blockbuster, realizzando anche piccoli prodotti d’autore come Soldi sporchi, che ha rivelato alla critica il talento di Sam Raimi. Le sue fatiche più recenti sono Prime, The Hoax – l’imbroglio ed Il velo dipinto.
Mark ha lavorato con il primo del terzetto da miliardi di dollari, producendo per lui Salvate il soldato Ryan, ma dovendo dargli una definizione è forse più un mix tra Silver e Bruckheimer.
Dal primo ha preso l’ossessione per le sceneggiature, che segue da vicino in tutte le fasi di sviluppo, e l’abitudine ad essere sempre presente in sala di montaggio. È lì che per lui il film o si fa o si rovina.


Da Bruckheimer ha invece preso l’instancabilità, la capacità di lavorare contemporaneamente su moltissimi progetti e soprattutto l’idea di mettersi a produrre per la televisione.


Nel campo cinematografico, Gordon non aveva possibilità di battere “l’infernale” Jerry Bruckheimer e quando vide quello che stava succedendo con C.S.I. comprese il potenziale del settore televisivo… e ci si gettò a capofitto.


Nel 2004 fondò la sua sezione tv, chiamò i migliori talenti sulla piazza e si mise a produrre. Da allora non ha sbagliato un colpo, è riuscito a realizzare una serie di successi dopo l’altra.
Al momento ne ha cinque in produzione: il ciclone Grey’s Anatomy ed il suo spin- off Private Practice, Criminal Minds, Army Wives e il comico-soprannaturale Reaper.


Anche se le prime tre serie vengono girate a Los Angeles (le altre due in South Carolina e a Vancouver), Mark Gordon non si reca mai sul set. È un produttore all’antica. Preferisce leggere i copioni, seguire la preproduzione e, soprattutto, essere sempre presente al montaggio per dire la sua. Il tutto, ovviamente, in contemporanea con la sua attività cinematografica: ha una decina di pellicole in lavorazione in diverse fasi di sviluppo, tra cui l’atteso kolossal preistorico 10.000 A. C..
Voi che dite, si è meritato l’inclusione nel club di cui sopra??


28 gennaio 2008


Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.