Stai leggendo: Desperate Housewives – Si parte… in quarta

Prossimo articolo: This Is Us 2: è online finalmente il "First Look"

Letto: {{progress}}

Desperate Housewives – Si parte… in quarta

Arriva la quarta stagione della serie ambientata fra le splendide case di Wisteria Lane… Case ancora piene di segreti, pronti a portare scompiglio nella vita degli abitanti di Fairview…

0 condivisioni 0 commenti


Premessa. Nonostante non sia proprio una ragazzina (ma una giovane donna), se qualcuno dovesse pormi la fatidica domanda: «Cosa vuoi fare da grande?» saprei benissimo cosa rispondere: «Bree Van De Kamp» (o Bree Hodge, è uguale). Bree, insomma. Un personaggio che ho amato fin dal primo momento, in una serie disseminata di trovate geniali. Fra cui, appunto, l’idea di prendere qualsivoglia luogo comune su casalinghe, mamme, mogli, mariti, matrimoni, figli e quant’altro, ed esasperarlo tramite un personaggio, una situazione, uno sketch.
Conoscete tutti il fatto di cronaca che diede origine a Desperate Housewives, vero? Marc Cherry, creatore della serie (che ha più volte dichiarato di aver basato il personaggio di Bree sulla propria madre, a proposito…), era rimasto molto colpito da una brutta storia che coinvolgeva una mamma stressata, i suoi figli e una vasca da bagno. Per giorni, Cherry ripensò alla tragedia famigliare e scrisse la famosa scena della piscina dell’episodio pilota: Lynette, esasperata, entra in acqua completamente vestita per riprendersi i gemelli, che fanno allegramente il bagno al funerale di Mary Alice.


Inizialmente, Desperate Housewives avrebbe dovuto essere una serie più improntata al dramma che all’ironia, ma mentre pensava alla difficoltà di gestire una casa, una famiglia e magari un lavoro, Marc Cherry scopriva che l’ironia era la chiave di lettura più efficace per comunicare in maniera “sincera” con il pubblico. Il resto della storia lo conoscete tutti: Bree (Marcia Cross, Melrose Place), Susan (Teri Hatcher, Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman), Lynette (Felicity Huffman, Transamerica), Gabrielle (Eva Longoria, Dragnet) e Edie (Nicollette Sheridan, La leggenda di Tarzan) in una manciata d’episodi sono diventate il simbolo di una nuova generazione di personaggi televisivi.


Personaggi disinibiti, magari un po’ stravaganti ma sempre e comunque “sinceri”, appunto. Nel bene e nel male. E Wisteria Lane, quartiere residenziale di Fairview in cui tutti curano il proprio prato, la propria casa e la propria immagine, è diventato il simbolo dell’ipocrisia della società contemporanea, la società dell’immagine. Dietro le facciate perfette di Wisteria Lane si nascondono gli stessi segreti e le stesse bugie dei quartieri meno abbienti. E dietro gli abiti firmati e i gioielli costosi si celano le stesse insicurezze e lo stesso bisogno d’amore che si possono trovare ovunque.


Il successo di Desperate Housewives sta proprio nell’universalità dei messaggi, nell’intelligenza delle metafore e nell’uso sottile dell’ironia come codice di interpretazione di un mondo, il nostro, in cui tutto può dirsi fondato sulla cultura dell’apparire, più che su quella dell’essere. Divertimento, seduzione, mistero e presa in giro degli stereotipi rimangono gli ingredienti base della ricetta del successo della serie. Ecco perché la quarta stagione, in prima tv su Fox Life dal 5 dicembre – in contemporanea con gli Stati Uniti – non vi deluderà: aspettatevi una partenza col botto, fin dal primo episodio.


Aspettatevi un gruppo di donne più “agguerrite” che mai, determinate a prendersi la rivincita contro una vita che le ha spesso deluse, o messe in difficoltà. Aspettatevi Bree pronta a tutto pur di far credere che suo nipote sia in realtà suo figlio. Aspettatevi Lynette intenta a lottare contro la malattia che l’ha colpita, e a mantenere unita la propria famiglia. Aspettatevi la prossima mossa di Gabrielle, donna dalle infinite risorse, che avevamo lasciato novella sposa alle prese con un marito con l’intenzione di esibirla come “moglie-trofeo-senza-diritto-di-parola”. Aspettatevi di scoprire tutta la verità su Edie, che in preda alla disperazione per l’abbandono di Carlos aveva deciso di farla finita. E aspettatevi di ritrovare la pasticciona Susan Mayer nei panni della signora Delfino, in un matrimonio nuovo di zecca ma ancora pieno di vecchi segreti…


Aspettatevi questo, e molto di più. Aspettatevi, in due parole… Desperate Housewives. In arrivo con una nuova, imperdibile stagione. Cosa potete aspettarvi, più di questo?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.