Stai leggendo: Desperate Housewives: Richard Burgi

Prossimo articolo: This is Us: Sylvester Stallone avrà un ruolo chiave nella stagione 2

Letto: {{progress}}

Desperate Housewives: Richard Burgi

Dall’enigmatico personaggio in 24 allo scanzonato ex marito della ‘casalinga’ Susan in Desperate. Signore e Signori, a voi Richard Burgi

0 condivisioni 0 commenti


Nato nel New Jersey 49 anni fa, Richard Burgi viene oggi considerato, a pieno titolo, uno degli interpreti più capaci e versatili nell’inesauribile panorama delle più seguite serie TV americane.
Alto, prestante, sguardo magnetico e muscoli ben definiti, Richard vanta una “presenza scenica” degna dei più adrenalitici action movie e, sebbene abbia accumulato una discreta esperienza in materia di pellicole mozzafiato, è al fascino del tubo catodico che l’attore deve la sua crescente popolarità di critica e pubblico.


Di origini svizzere e scozzesi, dopo aver frequentato la Old Dominion University, lavora come operaio in un’industria finché, all’età di 28 anni, emerge finalmente il suo innato “carisma scenico”. Scelto per il ruolo di Chad Rollo nella serie TV della NBC Another World, Richard rimane nel cast del telefilm dal 1986 al 1988. Particolarmente apprezzato dai produttori, Burgi viene scelto originariamente come protagonista della serie Flash (1991), distribuita dalla CBS, ma sfortunatamente  viene scartato all’ultimo minuto per l’età avanzata… Si rifarà partecipando ad altri telefilm, tra cui Matlock (1991), Jake & Jason Detectives (1991 – 1992) e Seinfeld (1994).


Dopo il film TV Cartoline dal Vietnam (1993), esordisce “cinematograficamente” nella pellicola Payback, nel 1995. Sebbene la magia della Settima Arte sembra momentaneamente assorbire gli interessi e le energie dell’attore, il piccolo schermo rimane la sua dimensione ideale e prediletta, scelta che lo porterà a vestire gli indimenticabili panni del detective James Ellison nel noto poliziesco Sentinel (1996/1999), per poi apparire ne Il tocco di un angelo (1999) e in Providence (2000). Fino ad “approdare” al primo ruolo televisivo di una certa importanza, l’enigmatico Alan York/Kevin Carroll della pluripremiata serie TV 24, in cui rimane per ben due stagioni, dal 2001 al 2002.


Successivamente, dopo alcune apparizioni in telefilm di successo (C.S.I. nel 2002 e Giudice Amy dal 2002 al 2003), Richard si ritaglia una breve ma fortunata parentesi cinematografica lavorando con  Jim Carrey nella commedia Dick & Jane – Operazione furto, poi con Cameron Diaz in In Her Shoes – Se fossi lei. Tuttavia, prima del debutto nelle sale delle due pellicole, il caratterista americano “si imbatte” nel personaggio cui è tuttora legata la sua notorietà televisiva. Nel 2004, infatti, viene scelto per interpretare lo scanzonato e affascinante ex marito della svampita Susan Mayer, star di Desperate Housewives.
Quello che si dice “il ruolo di una vita”! Nei panni di Karl, seduttore impenitente dal cuore d’oro, Richard conquista definitivamente spettatori e addetti ai lavori, consacrando la sua carriera.
Tanto che il giovane e promettente regista horror Eli Roth lo chiama sul set del suo Hostel 2, recentemente uscito in sala.


Duro, spietato, Burgi incarna profondamente il caratterista geniale che ama il proprio mestiere, tanto quanto il pubblico odia gli sciacalli che interpreta. È davvero impressionante che i suoi personaggi, affatto accomodanti, battaglieri, poco “liberal” e mossi dal puro interesse tanto da apparire disprezzabili, siano le molteplici maschere di un uomo che, nelle sue rare interviste, si è sempre dimostrato altamente morale.
Discontinuo nella carriera per qualità, ma attivo nella sua televisione “virile”, Richard rappresenta alla perfezione lo stereotipo del personaggio anticonformista eccitante e irresistibile, che a volte tende a dimenticare le sue cause per cedere a qualche lusinghiera civetteria…

24 luglio 2007

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.