FoxLife

Emily Ratajkowski difende Melania Trump dalle critiche del New York Times

di -

Schierandosi contro il New York Times, Emily Ratajkowski ha preso le parti di Melania Trump. La First Lady è stata vittima di insulti da parte di un giornalista.

Primo piano di Melania Trump e Emily Ratajkowski

16 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Donald Trump non riscuote particolari consensi tra gli esponenti dello showbiz e, di conseguenza, anche sua moglie Melania è spesso guardata con diffidenza.

L'ex modella slovena - qualche mese fa presa di mira da una chiacchieratissima imitazione di Gigi Hadid - sta vivendo il suo nuovo status di First Lady in modo decisamente burrascoso.

Contrariamente a quanto accaduto nel corso degli ultimi anni con Michelle Obama - reputata dai più un'icona di stile e ammirata da tutti per l'invidiabile carisma - la povera Melania ha avuto addirittura difficoltà nello scegliere i suoi abiti per le prime apparizioni pubbliche alla Casa Bianca, perchè molti stilisti hanno deciso di sbatterle la porta in faccia.

Attorno a Melania, quindi, c'è molto astio. Sarà per il suo trascorso da top model - o esclusivamente per suo marito - ma la stampa non ha accolto benevolmente la nuova First Lady.

Basti pensare che Stefano Gabbana, dopo aver vestito la signora Trump per il suo primo Capodanno da moglie del Presidente, è stato assalito sui social dalle critiche e dalle polemiche per essersi schierato, in qualche modo, a favore della nuova coppia ascesa al potere.

Fortunatamente, però, c'è qualcuno che in questi ultimi giorni ha preso le parti di Melania Trump.

Secondo quanto riferito dall'Huffington Post e ripreso dai maggiori tabloid, la modella e influencer Emily Ratajkowski ha voluto dire la sua in difesa di Melania.

Emily ha condiviso su Twitter una serie di post inerenti ad un incontro fortuito con un giornalista del New York Times - di cui non riferisce il nome - nel corso di una sfilata. Quest'ultimo avrebbe insultato Melania Trump, definendola in quell'occasione una poco di buono.

La Ratajkowski - che negli scorsi mesi si era addirittura spogliata per opporsi a Trump! - ha messo da parte la propria opinione politica, condannando gli insulti sessisti nei riguardi della First Lady e di tutte le donne. Insomma, per la modella non si può criticare Donald Trump per la sua misoginia e per il suo scarso rispetto nei confronti del genere femminile e poi fare altrettanto.

Gli attacchi alle donne sono atti di disgustoso bullismo sessista.

NYC 🖤 thanks to my boos @hungvanngo @daniellepriano

A post shared by Emily Ratajkowski (@emrata) on

Melania Trump ha voluto ringraziare Emily per il suo intervento servendosi a sua volta di un tweet.

Applausi a tutte le donne del mondo che parlano e agiscono in difesa delle altre donne, aiutandole.

Donald Trump con sua moglie MelaniaGetty

Il New York Times è corso ai ripari pubblicando una sorta di lettera aperta per scusarsi con la First Lady.

Le dichiarazioni del nostro reporter dovevano restare private e non diventare di dominio pubblico. Tuttavia, si è trattato di parole completamente inappropriate.

Emily Ratajkowski durante una sfilataGetty

Insomma, grazie a Emily, giustizia è stata fatta!

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.